35° Rally della Marca, sfida aperta tra le R2

Il leader Grani messo nel mirino da Bravi, Gonzo, Saresera e altri otto

Lontani dai riflettori, ma non troppo. A prendersi le luci della ribalta ci sono i big, quelli che lottano per lo scudetto o la visibilità una tantum, come capita stavolta a Marco Signor, idolo di casa. Però in mezzo al gruppo si scalpita e si lotta per i primati di Classe. Succederà anche al Marca dove in R2B saranno ben 12 a darsi battaglia. Al via i primi tre nella graduatoria provvisoria della Coppa Acisport dopo 1000 Miglia e Salento, messi nel mirino da rivali in classifica e antagonisti occasionali. GRANI DI PEPE. Leader il modenese di Maranello, Lorenzo Grani (27 punti), primo a Brescia e secondo in Puglia. Quarta volta per lui al Marca vantando un quarto posto (2015), un terzo (2017) e un primo (2016) di Classe. Guida grintosa e redditizia della Peugeot 208 curata da Bierre Motorsport. “Arriviamo da favoriti – annuncia – ma sappiamo che gli avversari ci daranno battaglia dal primo metro. Massimo rispetto per tutti in una gara bella e difficile, carica di suggestioni”. Al suo fianco Chiara Lombardi, da Castelnuovo Garfagnana patria di Andreucci. BRAVI PROGRESSI. Peugeot 208 Ama Racing per l’udinese Filippo Bravi (15 punti), rinfrancato dal successo a Lecce che ha mitigato il ko di Brescia. “L’approccio al Marca – spiega – sarà diverso da quello del Salento, nel senso che la vittoria in Puglia ci obbliga “solo” a fare una corsa concreta e ottenere punti pesanti, ma non ci costringe a forzare per vincere ad ogni costo se le condizioni non lo permettono”. Navigato da Enrico Bertoldi, il driver udinese vanta un secondo posto al Marca 2012 in Classe R3C. GONZO DI PASSIONE. “Abito a quaranta minuti da Valdobbiadene – sottolinea Francesco Gonzo (13 punti) di Borgo Valsugana – e il Marca è per me quasi un rally di casa. L’ho visto tantissime volte da bambino assieme a mio papà e mi ha sempre affascinato molto per le sue prove e la storia”. Però l’unica volta che ha provato a farlo è stata l’anno scorso e si è piantato al secondo giro di shake-down per problemi alla vettura. Ora con la Peugeot 208 di Gf Racing e Denis Piceno alle note spera di vedere il traguardo: “Piena fiducia nel team e nel mio naviga – assicura Gonzo – dopo due gare positive, ben sapendo che non siamo ancora all’altezza dei primi di Classe. Proveremo subito ad attaccare, poi si vedrà”. Sfida aperta al Marca. In lizza su Peugeot 208 anche il bresciano Gianluca Saresera, per anni protagonista della Suzuki Rally Cup, deciso a risalire in classifica R2 dopo il terzo posto ottenuto al Salento (10 punti). 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.