Rally della Marca, il saluto di Conegliano

Roccoberton: “Orgogliosi di ospitare la corsa più amata dai trevigiani”

Gli esami non finiscono mai e c’è sempre una prima volta. Manca una settimana esatta al via del 37° Rally della Marca, che dopo due anni tornerà a rombare sulle colline Unesco di Prosecco e Cartizze (immagine Acisport 2019), con un cambio di casacca al vertice della compagine organizzativa. Lo stop per il Covid nel 2020 ha coinciso con l’avvicendamento alla guida del Motor Group e la decisione di ripartire dalla storica piazza di Conegliano. “E’ un motivo d’orgoglio ospitare la corsa più amata dai trevigiani – sottolinea il commissario prefettizio Antonello Roccoberton – con il suo tracciato suggestivo e appassionante, straordinario per dare visibilità al nostro territorio. Desidero ringraziare il nuovo Comitato Motor Group con il presidente Giacomo Fumei, i piloti Giandomenico Basso, Francesco stefan, i fidati collaboratori che fino all’anno scorso hanno operato con la supervisione di Gigi ed Elena Brunetta, e ora si sono calati in una rigenerante avventura”. Partenza dunque tra sette giorni, alle 17:31 di venerdì 9 luglio, dal centro commerciale Coné in via San Giuseppe, base operativa da cui spiccare il volo verso la prova speciale “Monte Cesen – Solution Lab” di 17,66 km (start ore 18:35) che darà la prima scrematura ai concorrenti. Quarta prova del Campionato Italiano Wrc e della Logistica Uno Rally Cup by Michelin, il 37° Rally della Marca vivrà la sua giornata clou sabato 10 luglio, registrando due passaggi cronometrati sul trittico di prove “Monte Tomba – Verde Bio” (12,08 km, start 10:35 e 15:34), “Monte Cesen – Solution Lab” (17,66 km, start 11:40 e 16:39), “Arfanta-Cà di Rajo” (8,04 km, start 12:40 e 17:39). 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.